Fairplay

Un rigore controvoglia Sportività ricompensata

In occasione dei Giochi olimpici invernali del 1964, il pilota di bob Eugenio Monti dimostrò per ben due volte un grande spirito sportivo. Nella gara di bob a quattro incaricò il suo meccanico di riparare il bob danneggiato della squadra canadese. Un intervento che permise ai canadesi di portare a termine la gara e di vincere. La coppia inglese Nash/Dixon era invece in testa nella prima manche della gara di bob a due quando all’improvviso l’asse anteriore del loro mezzo si ruppe. Al termine della seconda prova, Monti smontò l’asse anteriore del suo bob per darlo agli inglesi, che riuscirono così a concludere la gara e a diventare campioni olimpici. Nel 1964, lo stesso Monti ottenne «solo» due medaglie di bronzo. Per questi due gesti di grande sportività, Monti fu insignito della medaglia Pierre de Coubertin. Quattro anni più tardi, nel 1968, a Grenoble Monti vinse ancora due ori olimpici.

 

Maggiori informazioni sull’argomento:

Una stoccata non andata a segno Un salto in alto conteso da due amici

Grossartig sollte mehr solche Sportler geben! 👍

Vera

Eine schöne Geschichte und ideal um den Fairness-Gedanke an die Kids weiterzugeben :-)

Flavio

Toll, schade dass nicht mehr solche Geschichten bekannt sind. Was nicht ist kann ja noch werden. ;-)

Patrik

Ricerca

Temi (0 di 0)

Nessun risultato

Shop (0 di 0)

Nessun risultato

Download (0 di 0)

Nessun risultato

Login

Registrati ora e approfittane

  • Ricevi gratuitamente una t-shirt «cool and clean».

  • Raggruppa i tuoi preferiti.

  • Commenta i singoli contributi, aiutandoci così a migliorare la qualità.

  • Rimani sempre aggiornato con la nostra newsletter.

  • Approfitta del supporto da parte del consulente cantonale.

Registrati

Modifica password

Inserisci una nuova password

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Reimposta la password

Inserisci una nuova password

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Reimposta la password

Inserisci il tuo indirizzo e-mail

Indirizzo e-mail non valido.