I miei obiettivi

Indietro non si torna

«È lo sport per me!». Questo passa per la testa al 19enne Gregor Stähli quando si lancia per la prima volta con uno Skeleton (slittino) nel canale ghiacciato. E già un anno dopo, il giovane sportivo, che in precedenza aveva praticato atletica leggera e ginnastica artistica, faceva parte dei migliori dello skeleton e nel 1994 diventava campione del mondo! Nonostante i successi Gregor Stähli deve pensare agli studi e al futuro professionale, per cui decide di sacrificare la carriera sportiva.

Quando nel 1999 lo skeleton viene ammesso fra le discipline olimpiche, Gregor Stähli lascia un ottimo posto di lavoro per dedicarsi a inseguire il sogno di una medaglia olimpica, che coltiva sin da bambino. Tornare ai vertici mondiali a 34 anni è molto difficile e impone innumerevoli ore d’allenamento e rinunce. Eppure, l’atleta riesce nell’impresa! Sia a Salt Lake City nel 2002 che quattro anni dopo a Torino Gregor Stähli vince il bronzo olimpico. Nel 2007, a 39 anni, diventa per la seconda volta campione del mondo!

 

Maggiori informazioni sull’argomento:

Un piccolo grande uomo Sempre più veloce

Ricerca

Temi (0 di 0)

Nessun risultato

Shop (0 di 0)

Nessun risultato

Download (0 di 0)

Nessun risultato

Login

Registrati ora e approfittane

  • Ricevi gratuitamente una t-shirt «cool and clean».

  • Raggruppa i tuoi preferiti.

  • Commenta i singoli contributi, aiutandoci così a migliorare la qualità.

  • Rimani sempre aggiornato con la nostra newsletter.

  • Approfitta del supporto da parte del consulente cantonale.

Registrati

Modifica password

Inserisci una nuova password

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Reimposta la password

Inserisci una nuova password

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Reimposta la password

Inserisci il tuo indirizzo e-mail

Indirizzo e-mail non valido.